AMBIENTE E/Č VITA ONLUS E AIACE INSIEME PER DIFENDERE AMBIENTE E CONSUMATORI

Firmato il protocollo d’intesa dai presidenti Benigno D’Orazio e Giuseppe Spartà

Siglato il protocollo d’intesa tra “Ambiente e/è Vita Onlus” e “AIACE”, associazione di difesa dei consumatori, per rendere servizi sempre più evoluti ai propri associati, per partecipare a progetti comuni, per svolgere insieme attività informative ed educative ed ogni possibile attività ricompresa nei rispettivi statuti. 

Le due associazioni hanno deciso di collaborare ed unire le forze sia sul fronte dello scambio di informazioni e di collaborazione tra gli iscritti sia riguardo all’utilizzo di sedi e strutture comuni e prevedendo anche la collaborazione nella gestione di beni culturali, parchi, riserve ed aree protette.

Continua ...

Il Presidente di AV a protezione dell'Area Marina di Torre Cerrano

Benigno D'Orazio contro la Regione Abruzzo latitante

Il presidente di AV: "Nel 2011 vi fu il tentativo di sversare nell'area adiacente il perimetro dell'AMP Torre del Cerrano e di cui si discute oggi, i fanghi provenienti dal porto canale del fiume Pescara. Riuscimmo ad allontanare quel pericolo, anche grazie all'avvio della procedura per ottenere il riconoscimento del Parco quale Sito di Interesse Comunitario (SIC), conseguito qualche anno dopo. Auspico con fermezza che la paventata proposta possa essere scongiurata anche oggi come allora". Prosegue "Con il centro - destra in Regione riuscimmo a bloccare questa autentica nefandezza; oggi con la regione del PD, viene di fatto azzerata ogni credibilità del Parco Marino, che oramai non conta più nulla nella programmazione regionale. A questo punto non ci resta che sperare che il TAR blocchi il procedimento, ma che, sopratutto, a breve, vi sia un governo regionale più attento alla protezione del nostro ambiente".

Continua ...

Download

AMBIENTE EE’ VITA CONFERMATA TRA LE ASSOCIAZIONI DI RANGO MINISTERIALE

Pubblicato il decreto del Ministro Galletti

Sulla Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale che conferma l’individuazione di Ambiente eè Vita Onlus tra le associazioni di protezione ambientale, riconosciute ai sensi dell’articolo 13 della Legge 8 luglio 1986 n. 349.

Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, ha firmato il provvedimento a conclusione di un rigoroso iter di verifica, da parte degli uffici ministeriali per ottemperare a quanto disposto dall’articolo 68 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, che interviene sulla soppressione degli enti ritenuti “inutili” e che, di conseguenza, ha previsto la revisione in misura più stringente dei criteri per il riconoscimento e per la permanenza tra le associazioni ambientaliste di rilievo nazionale. Al termine della ricognizione, non tutte le associazioni precedente presenti sono state riconfermate nell’apposito elenco ministeriale.

“Il ministero dell’Ambiente – ha spiegato il presidente Benigno D’Orazio – ha svolto una istruttoria rigorosa ed imparziale, raccogliendo le informazioni e la documentazione necessarie a stabilire con inequivocabile certezza la diffusione su gran parte del territorio nazionale dell’associazione 

Continua ...

5X1000

Il cinque per mille ad Ambiente e/è Vita

Un piccolo GRANDE gesto 

I contributi raccolti sono interamente destinati al sostegno dei progetti da realizzare con il fine di perseguire gli obiettivi per i quali Ambiente e/è Vita è nata ed opera: la conservazione della natura, la difesa dell'ambiente, la protezione degli animali e in   particolare di quelli di affezione, la salvaguardia delle culture locali, la valorizzazione delle tradizioni popolari, l'educazione ambientale, la riscoperta e il recupero della "memoria  antropologica; la tutela e la valorizzazione del territorio in tutti i suoi aspetti (ecologico, paesaggistico, archeologico, artistico, architettonico, storico, sociale) e in tutte le sue potenzialità (economiche, turistiche, sportive, di fruizione del tempo libero), contro qualsiasi forma di degrado, secondo i principi dello sviluppo sostenibile.

            Codice fiscale    97119940589

Continua ...

Ambiente EE' VITA UMBRIA

Costituito il Comitato Regionale

Nasce Ambiente e/è Vita Umbria

Per la prima volta l’associazione nazionale fonda un proprio riferimento territoriale nel “cuore verde d’Italia” grazie all’impegno di amici e sostenitori che condividono i progetti e l’impegno alla sostenibilità ambientale, alla riscoperta e alla valorizzazione delle tradizioni popolari e alla tutela del paesaggio che sono il viatico di Ambiente e/è Vita Onlus da oltre venti anni.

Il comitato regionale umbro si è costituito a Perugia il giorno dell’Epifania alla presenza del presidente regionale Benigno D’Orazio e del segretario nazionale Fernando Ferrara. Segretario regionale, nelle more dell’organizzazione del congresso regionale, è stato nominato Dario Bastiani, studente universitario, mentre al dottor Aldo Tracchegiani sposterà il compito di rappresentare gli amici umbri in seno al Consiglio nazionale dell’associazione.
“Sono particolarmente lieto che in questa regione, che è custode di alcune tra le più significative risorse ambientali e storiche d’Italia e d’Europa - ha spiegato il presidente Benigno D’Orazio - da oggi Ambiente e/è Vista Onlus possa contare su una organizzazione territoriale stabile ed attiva, che saprà certamente porsi come punto di riferirono ineludibile per quei cittadini che vorranno impegnare tempo e competenze nella valorizzazione e nella tutela di questo patrimonio unico al mondo di storia, di tradizioni e di diversità faunistiche e biologiche.

 

Continua ...

IV Congresso Nazionale

Confermati Benigno D'Orazio Presidente e Fernando Ferrara Segretario

Al termine di una tre giorni di intenso dibattito e di approfondimenti tecnici sulle diverse possibili declinazioni del binomio fare/salvaguardare, l’assemblea degli iscritti di Ambiente e/è Vita Onlus ha confermato all’unanimità, per il quadriennio 2018/2022, il presidente nazionale Benigno D’Orazio e il segretario nazionale e legale rappresentante Fernando Ferrara.

I lavori del IV Congresso Nazionale, ospitato presso un attrezzato centro congressuale di Città Sant’Angelo, in provincia di Pescara, hanno offerto l’occasione per concordare il piano d’azione per le attività associative da portare a compimento a breve e a lungo termine.
In particolare, la relazione introduttiva del segretario Fernando Ferrara ha posto l’accento sui progetti brillantemente portati a compimento in oltre venti anni di vita dell’associazione e sulle proposte da realizzare. “Con le nostre tesi antropocentriche – ha spiegato Ferrara - abbiamo anticipato i tempi quando un certo ambientalismo di maniera ci denigrava ed oggi il nostro approccio sul fare/salvaguardare è diventato un punto di riferimento imprescindibile. Con le nostre azioni, d’ora in avanti, trasformeremo le politiche ambientali in Italia nel senso di una sempre maggiore condivisione tra uomo e ambiente, tra tradizione ed innovazione, tra passato e futuro”.
Tra i temi da rilanciare e portare all’attenzione dell’opinione pubblica: l’introduzione del concetto di Ambiente tra i principi fondamentali della Costituzione; l’introduzione dell’educazione ambientale tra le materie curriculari nella scuola dell’obbligo; il rilancio delle politiche di protezione e sviluppo a partire dai piani di gestione dei parchi nazionali e delle aree protette.
Sono seguiti gli interventi e le relazioni delle delegazioni regionali: dalla Lombardia alla Sardegna, dal Lazio alla Campania, dalla Sicilia alla Puglia.
...
 

 

Continua ...

Tor di Valle

Un progetto di pubblica utilità

di Giancarlo Sforza 

   Sul nuovo stadio di Tor di Valle, dell'AS Roma, si è molto scritto e molto ancora si scriverà, come è giusto che sia per un'opera così importante per la Città Eterna che, è bene tenerlo a mente, è la Capitale di questo nostro Bel Paese.
Molti, benpensanti, già sessantottini, strumentalizzando l'argomento, spesso ne parlano con visione entusiastica, un poco troppo elevata (quasi una foto satellitare di Google Earth), perdendo di vista alcuni importanti "dettagli".
Uno di questi particolari, non proprio da nulla, è rappresentato dalla città nella quale si vorrebbe realizzata l'opera: Roma, con la sua storia recente, fatta di mala politica, di denaro pubblico sperperato, di mafie cresciute nel non rispetto della programmazione urbanistica, là ove presente. Tale consapevolezza, quanto meno, dovrebbe indurci ad una attenzione particolare in fase decisionale, che sia politica ma, anche, e soprattutto, per gli aspetti più squisitamente tecnici.
La quaestio, a nostro avviso, non è se questo stadio serva a Roma, alla "produzione" del calcio, ad offrire un altro centro commerciale, altri uffici direzionali, che è, legittimamente, l'ottica dei vertici della Società Sportiva e del Costruttore, ma cosa la sua realizzazione può offrire a questa città dimenticata.

 

Continua ...

Sportello Ambiente eč Vita

A Rovereto uno sportello in lingua araba

per districarsi nella TARES

Aperto ogni martedì dalle ore 11.00 alle 12.00 e dalle ore 18.00 alle 19.00 presso il Comune di Rovereto

A cura di Ciro D'Antuono - Responsabile Ambiente eè Vita Rovereto

Continua ...

Progetto di legge d'iniziativa popolare

"Modifica dell'articolo 9 della Costituzione per introdurre la Tutela dell'Ambiente" 

Un cavallo di battaglia di AV

Il presidente di Ambiente e/è Vita, On. Nino Sospiri, cui tutti noi siamo legati da affettuoso ricordo, si era fatto promotore di una iniziativa lodevole: la modifica dell'articolo 9 della Costituzione per introdurvi il concetto di ambiente. (Continua ...)

(Ufficio Stampa: Tommaso Molinari, cell. 3387756798, e-mail: Tommaso_molinari @fastwebnet.it  o articolo9 @ambientevita.it)

Continua ...